Libri con meno di 100 pagine

Hai voglia di leggere un libro ma non vuoi imbarcarti in un’epopea che sembra non finire mai? In  questa guida scopriamo i libri con meno di 100 pagine che vale la pena leggere! Seguici e scopri i  titoli migliori!  

Ci sono una moltitudine di libri brevi da leggere, dai romanzi fino ai thriller e gialli. Non tutti i  capolavori sono lunghi quanto i “Miserabili” o “Guerra e pace” ma è possibile trovare dei veri e  propri gioielli della letteratura leggendo anche libri con meno di 100 pagine, entusiasmanti e  perfetti per una breve pausa di riflessione.  

Libri con poche pagine: i romanzi dei grandi della letteratura  

Sono tanti gli autori, ancora oggi ammirati per i loro scritti, che hanno condensato le storie dei loro  personaggi in poche pagine. Alcuni sono diventati romanzi caposaldo della letteratura  internazionale e hanno un immenso valore filosofico, storico e letterario, altri sono perfetti per  una breve pausa all’insegna della lettura.  

Ecco quali sono i principali!  

Le notti bianche di F. Dostoevskij  

Le Notti bianche” è uno dei libri più brevi di Dostoevskij, infatti, il romanzo si compone di circa 75  pagine (il numero effettivo dipende dall’edizione che si acquista). La storia si incentra sul periodo  dell’anno che prende il nome di “notti bianche” in quanto il sole tramonta solo dopo le dieci di  sera. In questo romanzo, Dostoevskij racconta la storia di un sognatore romantico che è immerso  all’interno di un paradiso fatto di illusioni fino a quando non incontra un simbolo esplicito della  vita reale, ossia l’amore.  

Casa di Bambola di H. Ibsen  

Un capolavoro di fama internazionale che deriva da un vero e proprio scandalo è “Casa di  Bambola” di Ibsen. Questo romanzo ha provocato tantissime polemiche soprattutto durante i  primi anni dedicati alle battaglie di stampo femminista. Il tema centrale del romanzo è tipico di  Ibsen e si fa alla fedeltà alla vita, che viene considerato un principio volto a travalicare le  differenze tra i sessi.  

La Metamorfosi di F. Kafka 

Non poteva mancare tra i libri con meno di 100 pagine: La Metamorfosi di Kafka. Il romanzo dello  scrittore cecoslovacco è destabilizzante e al contempo dal profondo significato filosofico. Parla di  Gregor Samsa trasformato in insetto ed escluso per sempre dal mondo. In queste pagine è  racchiuso uno sguardo doloroso verso un mondo che distrugge e lacera l’uomo che si trova  indifeso. Un capolavoro che con sole 72 pagine conquista i suoi lettori. 

La sonata a Kreutzer di Lev Tolstoj

Altro autore russo altro libro breve ma intenso. Stiamo parlando della “Sonata a Kreutzer” di Lev  Tostoj un romanzo di 95 pagine del 1889. Il libro racconta la storia di un matrimonio in modo  molto particolare. Infatti, il narratore non è il protagonista, in quanto la storia si incentra  sull’incontro di un personaggio-narratore che incontra un uomo che ha ucciso sua moglie. Ed è  attraverso la voce dell’assassino che il lettore scopre il motivo di questa tragica fine.  

Offerta
La sonata a Kreutzer
  • Tolstoj, Lev (Autore)

Cronaca di una morte annunciata di Gabriel Garcia Marquez  

Cronaca di una morte annunciata è il romanzo di sole 86 pagine del grande Gabriel Garcia  Marquez. Il libro è piccolo ma contiene una storia davvero molto ricca. Nel dettaglio in questo  romanzo si racconta la storia e la morte di Santiago Nasar. La costruzione della storia è peculiare  perché vuole creare un’illusione nella mente del lettore, lasciandolo stupire man mano che va  avanti nella lettura dato il racconto di una vicenda complessa, che fa pensare. Infatti, in questo  romanzo diventa labile il confine della ragione tra carnefice e vittima. 

Offerta
Cronaca di una morte annunciata
  • García Márquez, Gabriel (Autore)

Una storia semplice di L. Sciascia 

Infine, citiamo uno dei romanzi brevi italiani che merita sicuramente una lettura. Un gioiellino  piccolo ma interessante: “Una storia semplice” di Leonardo Sciascia. Il titolo riassume una storia di  sole 55 pagine che è naturalmente arricchita dalle atmosfere siciliane, ma con una costruzione  della frase sempre e solo in italiano, a differenza di altri libri dell’autore. La storia, invece, è un po’  più complicata, un giallo che vede come sfondo la droga e la mafia. Tutto inizia con una chiamata  con un messaggio riferito a metà alla polizia e un suicidio apparente. La fine non resta che  scoprirla leggendo questo piccolo ma appassionante romanzo giallo ambientato nella Sicilia di  Sciascia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.