giovedì, 24 aprile, 2014
Home » Recensioni » “Un patto con una sconosciuta”, tutto cambierà nella vita di Clara.
“Un patto con una sconosciuta”, tutto cambierà nella vita di Clara.

“Un patto con una sconosciuta”, tutto cambierà nella vita di Clara.

Nella riserva naturale del Monte Arcosu, in Sardegna, prende l’avvio la storia di Clara e Paolo, anche se in realtà la loro storia prosegue già da ben quattro anni, ma noi conosciamo i due personaggi proprio ora, a un passo da una proposta di matrimonio e dagli insetti che Clara teme fin da quando una vespa l’ha inseguita.

«Perché ti porti appresso la borsetta? Tutto quel che ti occorre sono solo le chiavi della macchina.»
«Le ragazze portano sempre con sé le loro borsette. Ci dà un senso di sicurezza.» Probabilmente i ragazzi non erano in grado di capirlo.

In attesa del momento in cui Paolo le chiederà di sposarlo, Clara va a prendere la macchina fotografica per immortalare il momento, ma mentre sì dirige verso l’auto attraversando il bosco scorge un uomo intento a legare una corda a un albero, pronto a togliersi la vita. Con delle parole sincere e colme di verità, Clara riesce a dissuadere l’uomo dal suo intento, ma ciò a cui ha appena assistito lascia il segno in lei. Nelle pagine seguenti troviamo un simpatico incubo della nostra Clara, intenta a sognare il suo matrimonio in versione disastrosa, con un fotografo che usa una macchina fotografica usa e getta, il vestito a cui mancano dei bottoni e il padre che ha ritenuto più importante la partita di caldio del giorno delle sue nozze. Al suo risveglio, Clara è pronta ad affrontare il giorno del suo venticinquesimo compleanno, una giornata trascorsa piacevolmente e in compagnia della sua famiglia, ma il momento che più attende è la serata in compagnia di Paolo, che finalmente le chiederà la mano. Ma le cose non vanno come Clara sì aspettava e le parole di Paolo la sconvolgono: lui vuole lasciarla, e per di più perché è ingrassata e la preferiva quando era più magra. 

“Il suo ragazzo, il suo Paolo, la stava lasciando perché pensava che fosse grassa. Come poteva un uomo essere così meschino? Che verme!”

E ora viene la parte difficile: superare la separazione. Paolo e Clara lavorano persino nello stesso posto, e sembra che ci sia già qualcuna interessata a lui… Clara cerca di distrarsi, si mette a dieta e cerca di dedicarsi allo shopping, ma sorprendentemente non trova nulla di suo gradimento; incontra invece un giovane mendicante che indovina esattamente quanti soldi ha in tasca e una ragazza di nome Lucilla che sa che è appena stata lasciata, sembra conoscerla e conosce i suoi pensieri, ma che svanisce nel nulla dopo averle detto che dovrebbe cambiare la sua macchina perché non è abbastanza buona. 
In seguito, Clara dimostra un particolare modo di controllare le sue emozioni, come spiega dicendo di aver scelto di chiudere a chiave tutti i suoi sentimenti e fingere che vada tutto bene per poi liberarli la sera, piangendo prima di dormire. Le sue giornate sì susseguono una più strana dell’altra, partendo dalla macchina distrutta da una pianta che vi è caduta sopra a una Ferrari che le viene regalata dalla stessa ragazza che le aveva detto che la sua non andava bene. E, un’altra volta, la giovane Lucilla se ne va senza che lei la veda andarsene, lasciandole le chiavi e i documenti, per poi ricomparire nei giorni successivi e dirle che dovrà andare con lei, quando la chiamerà, per salvare quattro persone che vorranno suicidarsi.

«Non sono venuta qua per offenderti. Mi dispiace.» Sembrava sincera.
«Allora perché sei venuta qua?»
«Penso che sia giunto il momento di spiegarti.»

Beh, immagino che se continuassi finirei per dire troppo, quindi mi fermo qui, lasciando la giusta dose di curiosità e, spero, la voglia di sapere cosa succederà ancora alla nostra Clara!

image

Sull’autrice: Martina Munzittu è nata e cresciuta in Sardegna e attualmente vive in Inghilterra, dove si è stabilita circa diciassette anni fa.  Sul suo libro: Scritto e autopubblicato originalmente in inglese col titolo “A deal with a stranger”, “Un patto con una sconosciuta” è stato tradotto in italiano da Davide Carta. 
Il sito dell’autrice: www.adealwithastranger.com, nel quale sì può accedere in inglese o in italiano.
Trama: Clara è felice della sua vita in Sardegna. Ha una famiglia meravigliosa, ottimi amici e, più di ogni altra cosa, Paolo, il fidanzato che lei adora. L’estate si sta avvicinando, con le sue brillanti promesse e lei sa che presto Paolo le chiederà di sposarlo. Le aspettative di Clara, però, vengono deluse: Paolo la lascia, quando lei meno se lo aspetta. Tutto il suo mondo si sgretola e d’ora in poi le cose iniziano a prendere una piega inaspettata. Clara viene avvicinata da Lucilla, una misteriosa ragazza che si offre di aiutarla. Potrà riavere Paolo indietro, ma in cambio, dovrà soddisfare una strana, stranissima richiesta. D’ora in poi, nulla avrà più senso per Clara, che sarà coinvolta in un crescendo di emozioni e colpi di scena. Tutto però ha un prezzo. Riuscirà Clara a tenere nascosta la sua doppia vita alla famiglia e agli amici? Chi è, in realtà, Lucilla? Clara può davvero fidarsi di lei? La ricompensa giustificherà tutti i sacrifici e le lotte che Clara dovrà affrontare lungo il nuovo e bizzarro cammino intrapreso?

Hai scritto un libro? o vuoi semplicemente richiedere informazioni, compila il form sottostante

Il tuo parere è importante per noi

[kkstarratings]
Nella riserva naturale del Monte Arcosu, in Sardegna, prende l’avvio la storia di Clara e Paolo, anche se in realtà la loro storia prosegue già da ben quattro anni, ma noi conosciamo i due personaggi proprio ora, a un passo da una proposta di matrimonio e dagli insetti che Clara teme fin da quando una vespa l’ha inseguita. «Perché ti porti appresso la borsetta? Tutto quel che ti occorre sono solo le chiavi della macchina.» «Le ragazze portano sempre con sé le loro borsette. Ci dà un senso di sicurezza.» Probabilmente i ragazzi non erano in grado di capirlo. In…

Review Overview

Trama
Narrazione
Tensione della trama
Verosimiglianza dei personaggi
Ambientazione

Summary : Un libro bello e travolgente che ti colpisce già da subito.

User Rating: 4.7 ( 1 votes)
72

About Gianluca Gentile

6 commenti

  1. IO lo sto leggendo e ho paura di finirlo, tanto mi piace!!!

  2. Viene presentato come un romanzo rosa,in realtà,secondo me è una riflessione sulla vita,su quei momenti in cui hai tutto e lo perdi all’improvviso,su tutte quelle volte che ci si trova di fronte ad un precipizio e non si trova soluzione che non sia buttarsi giù e lasciarsi la sofferenza alle spalle..Il suicidio visto un attimo prima,quell’attimo in cui basta una parola,un tocco(di un angelo?),il conforto di un amico,talvolta l’obiettività di un estraneo,a farti cambiare idea.La nostra fragilità messa a nudo,ma anche la forza che non sappiamo di avere,anche nel momento in cui non ci sentiamo niente,in cui la vita ci ha veramente tolto tutto,possiamo ricominciare,possiamo aiutare altri a farlo.Non è un romanzo rosa,è un gioco,pieno di risvolti,pieno di misteri e di personaggi che vorrei conoscere meglio in seguito,ci sarà un seguito?Dov’è finita Lucilla?E Clara?cosa ne farà della sua vita?

  3. E’ un libro che leggi tutto d’un fiato per sapere come andrà a finire.
    Bella storia e facile da leggere! A me è piaciuto veramente tanto.. lo consiglio vivamente :)

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Facebook

Twitter

Google Plus